Skip navigation

Monthly Archives: June 2011

Forever Alone

My first Forever Alone

Advertisements

Non si può non apprezzare Jimmy Pop e la sua Gang di segugi…
Troppo ridere.

A breve dovrebbe uscire un nuovo album, Fishin’ For Hookers. Chissà.

Dear Chasey Lain, I wrote to explain I’m your biggest fan.
I just wanted to ask, could I eat your ass?
Write back as soon as you can.

You’ve had a lotta dick – Had a lotta dick
I’ve had a lotta time – Had a lotta time
You’ve had a lotta dick Chasey, but you ain’t had mine!

Dear Chasey Lain, I wrote to complain ya never wrote me back.
How could I ever eat your ass when ya treat your biggest fan like that?

You’ve had a lotta dick – Had a lotta dick
I’ve had a lotta time – Had a lotta time
You’ve had a lotta dick Chasey, but you ain’t had mine!

Dear Chasey Lain, I wrote to constrain this letter is my last.
As your biggest fan I must demand you let me eat your ass.

You’ve had a lotta dick – Had a lotta dick
I’ve had a lotta time – Had a lotta time
You’ve had a lotta dick Chasey, but you ain’t had mine!

P.S. Mom and Dad this is Chasey, Chasey this is my mom and dad. Now show ’em them titties!
(Would ya fuck me for blow?)

[further into: EN | IT]

The White Stripes were able to greatly reintepret this original song by Dolly Parton.
Crushingly touching, in the live version it turns stunningly desperate and raging.
The Jack White Experience.

Jolene, I’m begging of you please don’t take my man.
Jolene, please don’t take him just because you can.

Your beauty is beyond compare
with flaming locks of auburn hair
with ivory skin and eyes of emerald green.
Your smile is like a breath of spring,
your voice is soft like summer rain
and I cannot compete with you, Jolene.

He talks about you in his sleep
and there’s nothing I can do to keep
from crying, when he calls your name, Jolene.

Jolene, I’m begging of you please don’t take my man.
Jolene, please don’t take him just because you can.

Now I can easily understand
how you could easily take my man
But you do not know what he means to me, Jolene

Well, you could have your choice of men
but I could never love again.
He’s the only one for me, Jolene.

And I had to have this talk with you,
my happiness depends on you,
and whatever you decide to do, Jolene…

Jolene, Jolene, Jolene, Jolene
I’m begging of you please don’t take my man.
Jolene, Jolene, Jolene, Jolene
Please don’t take him just because you can.

[further into: EN | IT]

Abbraccio Sergio e Malakian

SOAD are back.

Premettendo che i System Of A Down (alias SOAD, alias “i System”) spaccano davvero il culo,
hanno fatto almeno 2-3 album da 24 carati in my humble opinion,
per quel poco relativo che so di musica mi sembra che abbiano pure fatto su un (sotto-)genere musicale
(o perlomeno lo hanno portato al successo mondiale),

Premettendo questo, mi rimane ancora qualche enigma da risolvere
dopo aver visto il concerto alla Fiera Rho di Milano (2 Giugno 2011):

  • 70 euri per 1 biglietto? ..
    Lo vediamo in 15 al Louvre nella sala della Gioconda?
    Dopo i SOAD c’è David Bowie che suona fino all’alba in mezzo alla folla?
    Mi salvi l’Africa? (Ah no, per quello mi sa che ci pensano gli organizzatori coi 15 euri chiesti all’uscita del parcheggio);
  • Tra ingresso, benza, controbenza, pedaggi, parcheggio, birra, cibo, avrò speso beni per un valore pari al PIL del Lussemburgo. La prossima volta vado alle Barbados che mi becco pure quell’idolo di Rooney;
  • “Secondo me come primo pezzo fanno Prison Song“, disse il sottoscritto con grande lungimiranza; arrivano i SOAD, boato della folla, parte Prison Song. I D O L I !!!! No. Non si sente. Tengo più alto io il volume in macchina quando ho mal di testa. Uno pensa, vabeh adesso se ne accorgono, non è mica un concerto dei Corrs cazzo. No, invece è e sarà così fino all’utlimo pezzo. Sugar.
  • Tankian in più esordisce dicendo che non ha una gran voce oggi, ma che chiùlo.
  • Malakian idolo, ma il vero uomo-concerto è Odadjian, quell’idolo al basso con le braghe corte tigrate ed una treccia vichinga dal pizzetto. I primi piani dei maxischermi su di lui erano da riprendere e farne dei cortometraggi.
  • Quando a fine concerto sullo sfondo hanno calato il telone con la copertina del loro primo album, c’era anche un sottotitolo: “Ora vi apriamo il culo”, e così fu. Raffica di pezzi alla vecchia maniera, grezzi come una mandria di elefanti in una cristalleria. Ho iniziato a pogare come se la fine del mondo fosse stata a minuti dall’accadere. Iddio abbi pietà delle mie azioni.

Bilancio comunque positivo, è stato un vero piacere finalmente vedere i tanto agognati System in Italia.
Ma a queste condizioni è stata sì la prima, ma anche l’ultima.

Bassista dei SOAD

Bassista idolo

Resoconto gita a Madrid:

sbriciolato;
Corrida ridicola:

  • 60 uomini contro un povero toro, e ci mettete pure in mezzo un cavallo bendato a beccarsi delle incornate. Almeno che sia una lotta alla pari;
  • quelle banderillas intrigatevele nel cxxxxxxulo;
  • almeno quando il toro è agonizzante lasciatemelo morire in pace. E bona…. gli avete rotto il cazzo, picchettato sul collo, infilato spade nel corpo, c’ha sei banderilla ancora attaccate lì sul dorso che non si scollano più, è immobile… Bona dai, cacciagli sto colpo finale nel cervello e facciamola finita;
  •  l’immagine del toro trascinato fuori, con relativa scia di sangue è da La Casa II.

El Greco idolo;
Guernica da piangere ed inchinarsi a pregare come Musulmani verso la Mecca;
– esperienza tapas al Tigre da shock, d’obbligo. Qualcuno ci è andato e può condividere con me la gioia dopo la visione dei moijti che fanno là?
Toledo premio Borgo Idolo dell’anno, da sogno. Mangiare il marzapane;
Flamenco nuova filosofia di vita, magnifico, emozionante, pelle d’oca: