Skip navigation

Abbraccio Sergio e Malakian

SOAD are back.

Premettendo che i System Of A Down (alias SOAD, alias “i System”) spaccano davvero il culo,
hanno fatto almeno 2-3 album da 24 carati in my humble opinion,
per quel poco relativo che so di musica mi sembra che abbiano pure fatto su un (sotto-)genere musicale
(o perlomeno lo hanno portato al successo mondiale),

Premettendo questo, mi rimane ancora qualche enigma da risolvere
dopo aver visto il concerto alla Fiera Rho di Milano (2 Giugno 2011):

  • 70 euri per 1 biglietto? ..
    Lo vediamo in 15 al Louvre nella sala della Gioconda?
    Dopo i SOAD c’è David Bowie che suona fino all’alba in mezzo alla folla?
    Mi salvi l’Africa? (Ah no, per quello mi sa che ci pensano gli organizzatori coi 15 euri chiesti all’uscita del parcheggio);
  • Tra ingresso, benza, controbenza, pedaggi, parcheggio, birra, cibo, avrò speso beni per un valore pari al PIL del Lussemburgo. La prossima volta vado alle Barbados che mi becco pure quell’idolo di Rooney;
  • “Secondo me come primo pezzo fanno Prison Song“, disse il sottoscritto con grande lungimiranza; arrivano i SOAD, boato della folla, parte Prison Song. I D O L I !!!! No. Non si sente. Tengo più alto io il volume in macchina quando ho mal di testa. Uno pensa, vabeh adesso se ne accorgono, non è mica un concerto dei Corrs cazzo. No, invece è e sarà così fino all’utlimo pezzo. Sugar.
  • Tankian in più esordisce dicendo che non ha una gran voce oggi, ma che chiùlo.
  • Malakian idolo, ma il vero uomo-concerto è Odadjian, quell’idolo al basso con le braghe corte tigrate ed una treccia vichinga dal pizzetto. I primi piani dei maxischermi su di lui erano da riprendere e farne dei cortometraggi.
  • Quando a fine concerto sullo sfondo hanno calato il telone con la copertina del loro primo album, c’era anche un sottotitolo: “Ora vi apriamo il culo”, e così fu. Raffica di pezzi alla vecchia maniera, grezzi come una mandria di elefanti in una cristalleria. Ho iniziato a pogare come se la fine del mondo fosse stata a minuti dall’accadere. Iddio abbi pietà delle mie azioni.

Bilancio comunque positivo, è stato un vero piacere finalmente vedere i tanto agognati System in Italia.
Ma a queste condizioni è stata sì la prima, ma anche l’ultima.

Bassista dei SOAD

Bassista idolo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: